Beyoncé, Renaissance è il nuovo album

Il mistero è stato svelato. Le immagini enigmatiche ora hanno un nome: Renaissance è il nuovo album di Beyoncé in uscita il 29 luglio 2022. L’artista ha annunciato il nuovo progetto sui social con un messaggio denso di significato, che sarà al centro del disco, accompagnato da una foto che già si prepara a diventare iconica.

Beyoncé, Renaissance rappresenta la rinascita dopo un periodo difficile

Beyoncé ha presentato Renaissance sui social così:

«Creating this album allowed me a place to dream and to find escape during a scary time for the world. It allowed me to feel free and adventurous in a time when little else was moving. My intention was to create a safe place, a place without judgment. A place to be free of perfectionism and overthinking. A place to scream, release, feel freedom. It was a beautiful journey of exploration. I hope you find joy in this music. I hope it inspires you to release the wiggle. Ha! And to feel as unique, strong, and sexy as you are.»

In queste parole, l’artista, si lega a quelle espresse lo scorso anno sulle pagine di Harper’s Bazaar per un’intervista a lei dedicata, segno che il disco era in lavorazione da tempo.

È chiaro il riferimento al periodo di dolore attraversato dal mondo intero a causa del COVID-19. La Knowles si è aggrappata alla musica, alla creazione di questo disco, per trovare un suo luogo personale di pace e liberazione, ma non solo dai vari lockdown: il fulcro è anche il perfezionismo che oggi imperversa in ogni dove che tira con sé il giudizio aspro e gratuito delle persone. È anche questo il motivo che ha portato a un artwork della copertina così audace.

Beyoncé, una regina amazzonica per Renaissance

Nella copertina, il fisico giunonico catalizza l’attenzione. Beyoncé mostra tutte le sue forme con una chiosa provocatoria: «To feel as unique, strong, and sexy as you are», insieme a quell’immagine, risuona come l’auspicio a sentirsi come lei che è riuscita a imporre anche la propria sensualità in un mondo che finora ha basato gli standard di bellezza su delle silhouette opposte al suo fisico.

Certo, può sembrare facile per alcune e alcuni parlare di sensualità se ti chiami Beyoncé, ma il suo aspetto che accompagna una forza interiore ancor più imponente è quello che serve oggi: è una voce che può esortare a reagire per sentirsi bene chi non ha la sua sicurezza, chi è vittima di body shaming, chi si sente inferiore per colpa degli occhi della società moderna. È un messaggio positivo che tende allo stare bene con sé stessi.

Il cavallo di cristallo sul quale è seduta potrebbe raffigurare proprio la fragilità delle convinzioni sull’estetica di oggi: splendente nell’aspetto, ma fragile nella consistenza.

Questa rappresentazione amazzonica, quasi regale, simboleggia anche il suo lato avventuriero lungo un viaggio esplorativo verso la libertà. Lo testimonia anche il suo sguardo in cui possiamo scorgere una determinazione d’intenti e l’orgoglio per la propria femminilità. Non è un caso se la chiamano Queen Bee.

Renaissance è solo il primo atto per Beyoncé

Ad accompagnare il titolo Renaissance c’è la dicitura “act i”. Forse è un altro indizio che indica un progetto in più parti, come lasciavano intendere le immagini sul suo sito web. Proprio sul suo sito web possiamo notare diverse versione dell’album:

  • CD, con un mini poster;
  • Streaming su Tidal, Apple Music e Spotify;
  • Digital;
  • Vinile, in edizione limitata con una cover alternativa;
  • Box set – Pose 1;
  • Box set – Pose 2;
  • Box set – Pose 3;
  • Box set – Pose 4.

Gli ultimi quattro box, già sold out, contengono delle maglie celebrative non ancora svelate.

Il disco arriva sei anni dopo Lemonade, il suo ultimo album in studio. È stato anticipato da Break My Soul, un brano decisamente in linea con le parole che hanno presentato Renaissance. Suona come un inno liberatorio verso una vita che può stare stretta, un invito a reagire verso vibrazioni positive che lasciano spazio al piacere di vivere e alla soddisfazione delle aspettative.

Da un punto di vista musicale, il brano unisce l’house e la dance con ritmi black e strofe rappate, campionando anche la hit dei ’90 Show Me Love di Robin S e il brano Explode di Big Freedia. Che sia sulla falsariga melodica di tutto il disco? Lo sapremo il 29 luglio 2022.

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione. Cliccando su “Accetto”, acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy

Manda un WhatsApp

Partecipa alla diretta, scrivi il tuo messeggio su WhatsApp al 366 444 4586