Tra Salmo e Fedez torna il sereno

Il concerto di San Siro tenuto da Salmo mercoledì 6 luglio 2022 è stato sia un successo per il rapper sardo che per il rap italiano. È stata anche un’occasione per mettere la parola fine ai disguidi del passato: Salmo e Fedez hanno calcato insieme il palco riappacificandosi nel segno della musica

Le litigate tra Salmo e Fedez

Il rapporto tra Salmo e Fedez inizia, pubblicamente, una decina di anni fa. Fra il 2011 e il 2012, entrambi erano nel roaster dell’etichetta discografica Tanta Roba. Erano gli anni in cui sono stati pubblicati gli album Il mio primo disco da venduto e Death USB. In quel periodo si muovevano in tour insieme come con gli altri artisti della label tra cui Ensi e Ghali.

Nel tempo, tra i due, qualcosa si è rotto. Privatamente, non ci è dato sapere (com’è giusto che sia). Dal punto di vista artistico, una delle cause può essere stato il progressivo allontanamento dal rap da parte dell’artista de La dolce vita, un passo contestuale alla sua esposizione: una scelta, non solo musicale, che negli anni ha dato ragione ha Federico in termini di fama e successo che comunque gli ha consentito di rimanere comunque vicino al mondo urban.

Nel 2015, il rifiuto di Lebonwski verso il percorso mediatico intrapreso da Fedez è stato espresso a chiare lettere durante una puntata di Down With Bassi (il format di Bassi Maestro e Bosca) a lui dedicata. In quell’occasione, il rapper sardo, in proposito dei suggerimenti di suo padre il quale gli consigliava di assumere lo stesso atteggiamento di Fedez, disse:

«Non me ne fotte un cazzo di Fedez, non voglio diventare Fedez. Non si offenderà Fedez, lo sa. Non arriverò mai, non cercherò mai di espormi così tanto.»

Nel 2016 ci fu uno scontro aperto tra i due. Il motivo della discordia fu il video di Tutto molto interessante, la hit di Fabio Rovazzi uscita per Newtopia, la label di Fedez e J-Ax. Secondo il rapper sardo, il video in questione venne copiato dal suo videoclip di Mr.Thunder. In un post social, ormai cancellato, Salmo scriveva:

«La parte iniziale del nuovo video di Fabio Rovazzi è una copia spudorata di Mr Thunder. Potete fare 100 milioni di click o 200 dischi diamante ma la vostra originalità è sempre pari a 0! Continuate a fumarvi sto cazzo»

Pronta la risposta di Rovazzi che, riferendosi al brano Title? del rivale, commentò:

«È incredibile come Mr.Thunder sia copiato da Still waiting dei Sum 41. Avrò anche i razzi nel culo, ma dall’alto le stronzate le vedo benissimo»

Nella questione intervenne anche Marracash, affermando di aver avuto l’idea in quel video ancor prima dei due. Senza farsi attendere, arrivò la risposta di dell’ideatore di Love Mi scrivendo:

«Avete 30 anni per gamba e vi attaccate alla intro di Rovazzi, che poi a vostra volta avete copiato altri video. Non avete un cazzo da fare, siete proprio dei grandi. Tutto per passare per i pionieri delle grandi idee che non ottengono successo ma che sono avanti rispetto agli altri. Vuol dire che alla fine abbiamo vinto noi. Se fate così sembra che non ve la vivete bene. Godetevi quello che avete»

La risposta del rapper sardo arrivò con un video in cui diede la sua spiegazione su tutto quel polverone.

Altre frecciatine ci furono anche durante il social dissing tra Luchè e Salmo in cui il rapper napoletano disse:

«Vuoi portare avanti le cose underground e poi fai uscire le cose su PornHub, cosa che neanche Fedez avrebbe fatto. Quando uscì Malammore dicesti che era l’album più fresco degli ultimi anni. Mi sono rotto il cazzo di vedere finti technoraver che vengono dal punk rock e che poiché non funziona il rock si buttano nel rap, che criticano Sfera e poi ci fanno il feat. Sei un Fedez 2.0, hai rotto il cazzo, pezzo di merda, non sfottere il napoletano»

In quest’occasione, con un video ironico tramite Instagram Stories, Federico chiedeva di non essere tirato in ballo per questioni in cui lui non c’entrava.

Oltre queste faccende, ci sono stati commenti velati senza fare nomi espliciti, fino ad arrivare alle posizioni contrastanti e al botta e risposta, tramite social, sulla questione del concerto di Olbia nell’agosto dello scorso anno

Salmo e Fedez insieme sul palco di San Siro

Tutto questo, oggi, non conta più. Dopo essersi incontrati nei mesi scorsi, i due artisti, per una gag, sono saliti insieme sul palco di San Siro in occasione del concerto del rapper di Flop. Queste le parole dell’artista sardo:

«È un gioco, non ci vogliamo mai veramente male, anzi ci si becca e abbiamo fatto la pace. Diciamo che siamo diventati amici»

In quella stessa scena, dopo aver spaccato una bottiglia finta sulla testa dell’ex rivale, Federico ha intonato Il Rap Nel Mio Paese, il dissing nei suoi confronti da parte di Fabri Fibra, incitando il pubblico a urlare “fuck Fedez”, proprio le parole brano. Magari, questo può essere un apertura a chiudere i dissidi proprio tra Fedez e Fabri Fibra.

Il concerto di San Siro è stata l’occasione giusta per riappacificarsi, perché nel concerto che può essere visto come un successo per tutto il rap italiano, era giusto spegnere tutte le tensioni negative. Su quel palco, Salmo ha dato prova della solidità che oggi ha il rap made in Italy, anche grazie a grandi ospiti come Blanco, Ensi, Guè, Lazza, Noyz Narcos, Damianito, e Dj Treeplo. La musica unisce, ora più che mai.

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione. Cliccando su “Accetto”, acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy

Manda un WhatsApp

Partecipa alla diretta, scrivi il tuo messeggio su WhatsApp al 366 444 4586